Ivana Zecca direttore artistico

Nata in Valtellina, ha iniziato lo studio del clarinetto all’età di otto anni, si è diplomata presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, sotto la guida del Maestro Fabrizio Meloni. Ha conseguito la laurea biennale di secondo livello, indirizzo orchestrale e il diploma di laurea abilitante in didattica della musica presso il Conservatorio G. Nicolini di Piacenza. Ha seguito corsi di perfezionamento in musica da camera e clarinetto con i Maestri F. Meloni, A. Fantini, P. Beltramini e C. Palermo. Ha studiato direzione d’orchestra, musicoterapia e ha seguito corsi di teatro e vocalità.
Il suo repertorio copre una vasta gamma di composizioni scritte per clarinetto solista e musica da camera, da Mozart al concerto di Copland, da Schumann a Brahms fino a Debussy. I suoi interessi sono pure inclini a espressioni musicali di altre culture.
Svolge l’attività artistica e professionale sulla base dei principi in cui crede. Risultato di ciò sono le sue creazioni e partecipazioni a diversi progetti, sia in ambito artistico sia organizzativo. Dal ’92, è direttore artistico dell’Associazione Serate Musicali in Valtellina – con la quale ha creato numerosi festival e manifestazioni artistiche nel Nord d’Italia – convinta che il mondo dei suoni oggi sia pervaso da una fusione di stili, da un amalgama di tendenze: classica, flamenco, celtica, balcanica, klezmer, la canzone italiana d’autore, un festival dedicato al tango argentino, e spettacoli di teatro musicale – tutte manifestazioni in cui l’espressione ha un forte contenuto sociale e un senso ultimo verso la comunità.
E’ vice presidente dell’Associazione Alpi in Scena per lo Spettacolo dal vivo in Provincia di Sondrio.
Suona in Italia e all’estero – Svizzera, Francia, Spagna, Olanda, Germania, Austria, Inghilterra, Brasile, Argentina; si è esibita in importanti teatri italiani: Donizetti di Bergamo, Grande di Brescia, Sociale di Como, Comunale di Bologna, Fraschini di Pavia, Alighieri di Ravenna, Ponchielli di Cremona, Nuovo Giovanni da Udine, Dell’Aquila di Fermo, Auditorium, Sala Verdi e Dal Verme di Milano, Municipale di Piacenza, per citarne alcuni.
Ha collaborato – e collabora – con le seguenti formazioni cameristiche: Artisti della Scala e Cameristi di Verona, Ensemble Strumentale della Scala, Camerata Opera Ensemble e con le seguenti orchestre: Filarmonica di Milano, Filarmonica di Parma, Orchestra del Litorale Pisano, I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra del Festival Internazionale di San Gimignano, Orchestra Sinfonica di Lecco, Orchestra Stabile di Como, Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, Civica Orchestra di Fiati, Orchestra di Fiati della Valtellina, Fermo Orchestra di Fiati e Orchestra di Fiati Città di Crema.
E’ membro fondatore con il compositore e violoncellista Jorge A. Bosso del gruppo BossoConcept – grazie alle sue qualità di project e planning manager ha prodotto – e portato a termine – numerosi lavori:

  • Gettin’ through the Mood of Tango, con la partecipazione della celebre cantante livornese Nada Malanima.
  • A la Recherche du Tango Perduto, spettacolo ispirato alla musica e città di Buenos Aires.
  • AULULARIA, messa in scena della commedia di Plauto per cinque attori, quartetto vocale e ensemble strumentale, nella traduzione di Roberto Piumini e con le musiche di Jorge A. Bosso (2010).
  • Di Mappe, Valli et Laiche Legendae – composizione per cori, soprano, voce recitante, ensemble strumentale e proiezioni multimediali – ispirato alla Valtellina in collaborazione con le Fondazioni Pro Valtellina e Credito Valtellinese (2011).
  • Giuseppe Verdi s’amuse: cortigiani, follie e un trovatore per quintetto strumentale, soprano e baritono in occasione del bicentenario verdiano (2013)
  • Tangos at an Exhibition! per ensemble strumentale, musica e danza valorizzate dalla proiezioni di suggestive immagini della città di Buenos Aires e una inconsueta proposta visuale: un paesaggio delle antiche copertine delle partiture di tango (prima esecuzione assoluta 7° Tangofestival di Morbegno 2015 – prodotto dalla casa editrice Limen Music nel 2018)
  • Frottole, canoni, fughe, ballate, madrigali et altre maraviglie per Orlando l’eroe furioso, musica e libretto composti con ogni diligentia et devozione da Jorge A. Bosso et diversi musici et poeti rinascimentali per ensemble strumentale ed ensemble vocale. (prima esecuzione assoluta, in occasione delle celebrazioni ariostesche (Festival AlpiSonanti 2016).
  • In Memoriam Oriente/Occidente Orchestra da Camera BossoConcept, musiche originali e arrangiamenti J.A.Bosso una produzione per 54° stagione 2016/2017 Amici della Musica di Sondalo
  • MAPS Una storia dentro la storia, Idea a musiche di Jorge A. Bosso, regia di Andrea Liberovici con Elisabetta Pozzi e BossoConcept Ensemble (Tirano Stagione Teatrale 2017).

Inoltre:

  • Dal 1995 al 2005 ha coordinato il concorso di pittura estemporanea di Traona (SO) con l’incarico di consulente artistico dell’ente comunale.
  • Ha collaborato, come consulente artistico, al coordinamento della parte musicale della manifestazione PAESAGGI SONORI – Musica, Arte, Natura e Sapori nella Riserva Naturale Piani di Spagna e Lago di Mezzola.
  • Ha collaborato, con l’incarico di consulente artistico, alla realizzazione della rassegna Concertando estate per la Comunità Montana Valtellina di Morbegno anni 2013 e 2014.
  • Nel 2009 ha creato il Tango Festival a Morbegno in Valtellina.
  • Nel 2013 ha creato AlpiSonanti, festival che abbraccia l’intera Provincia di Sondrio, per la valorizzazione dei luoghi architettonici, storici e naturalistici attraverso l’arte musicale, coreutica e teatrale,.

Nell’aprile 2019 ha debuttato a Liecester (UK) con Transtango in Where we live, un progetto internazionale, una performance multimediale di: musica, danza, proiezioni video e mostre con artisti di punta, cineasti, compositori, artisti visivi e ballerini.

Si è dedicata alla letteratura per fiati e ha diretto fino al 2019 il Corpo Musicale e la Junior Band di Delebio e in precedenza il Corpo Musicale di Mese, Corpo Musicale Doriese e Ardel Junior Band con l’incarico di coordinatore delle rispettive scuole di musica.
E’ invitata, come commissario esterno, agli esami di stato di clarinetto, presso istituti musicali pareggiati e Conservatori.
Persuasa dell’importanza e necessità di condividere e tramandare le proprie esperienze, ha svolto intensa attività didattica presso scuole statali di ogni ordine e grado e scuole private, dal 2018 è titolare della cattedra di clarinetto, musica d’insieme e orchestra presso l’Istituto Pietro Mascagni di Melzo (MI). Come docente di clarinetto e discipline musicali, prepara gli allievi a sostenere l’esame di ammissione presso i Conservatori di Musica.

Vive e lavora tra la Valtellina (SO) e Milano.